ANTONIO NOCERA

Due opere in occasione dei 700 anni di Dante Alighieri

LA DIVINA COMMEDIA DI DANTE ALIGHIERI

Colophon – Libri d’Artista

Testi a cura di Michele Ainis, Mauro Giancaspro e Donato Massaro.

La realizzazione dell’opera è stata coordinata dal maestro Antonio Nocera. La stampa è stata eseguita da Matteo Battaglia – Bologna

Caratteristiche dell’opera:


L’opera consta di tre volumi, Inferno, Purgatorio e Paradiso, rilegati a mano con copertina in piena pelle e racchiusi in un elegante contenitore.
I tre volumi sono realizzati nel formato 32×32 cm, su carta da 150 g in puro cotone e cellulosa vergine proveniente da fonti gestite in maniera responsabile, per un totale di 664 pagine con 65 illustrazioni a colori del maestro Antonio Nocera.
Edizione pregiata in tiratura limitata a 450 esemplari, di cui 299 numerati da 1/299 a 299/299 in numeri arabi, corredati ciascuno di 1 litografi a 30×30 cm, ritoccata a mano, numerata e firmata dall’artista;
50 esemplari numerati da I/L a L/L in numeri romani, corredati ciascuno di 1 opera unica 30×30 cm, realizzata a tecnica mista su carta;
75 esemplari riservati alla Dante Alighieri Comitato di Monaco, corredati ciascuno di 1 opera unica 30×30 cm con dedica ad personam, di cui 2 esemplari realizzati in
esclusiva per S.A.S. Principe Alberto II di Monaco e per S.A.R. Principessa Carolina di Hannover;
25 esemplari “Prove d’Autore”, corredate ciascuna di 1 opera unica 50×50 cm su carta, riservate all’artista.
Un esemplare speciale, con copertina in piena pelle di colore bianco, è stato realizzato appositamente per il Santo Padre Papa Francesco.

PORTFOLIO CON SEI LITOGRAFIE ORIGINALI
RITOCCATE A MANO

Colophon – Libri d’Artista Testi a cura di Michele Ainis, Mauro Giancaspro e Donato Massaro. La realizzazione dell’opera è stata coordinata dal maestro Antonio Nocera. La stampa è stata eseguita da Matteo Battaglia – Bologna Caratteristiche dell’opera: Il portfolio si compone di 6 litografi e stampate su carta da 300 g, in puro cotone e cellulosa vergine, proveniente da fonti gestite in maniera responsabile. Formato 32X32 cm, ritoccate a mano a tecnica mista dal maestro Antonio Nocera. I testi critici sono stampati su carta Arches da 160 g in puro cotone. Tiratura limitata a 125 esemplari, di cui 99 esemplari in numeri arabi, numerati da 1/ 99 a 99/99, più 25 prove d’ autore numerate in numeri romani da I/XXV aXXV/XXV. Un esemplare è riservato all’Archivio Antonio Nocera.

ANTONIO NOCERA

Biografia

Antonio Nocera nasce a Caivano (NA) nel 1949, studia presso l’Istituto d’Arte e l’Accademia di Belle Arti di Napoli, frequentando i corsi di pittura, scenografia e
scultura, lavorazione del cuoio, della ceramica e di tutte le tecniche di stampa.
Nel 1970, trasferitosi a Milano, espone presso la Galleria la Ripa.
Nel 1975, è a Parma per un’importante mostra sulla tematica della Resistenza, presso le Scuderie della Pilotta, poi trasferita a Modena presso i Musei Civici.
Nel 1978, realizza il manifesto ufficiale per il Museo della Prima Repubblica Partigiana di Montefiorino (MO). Presenta in seguito diverse mostre in Francia, Svizzera,
Canada e Inghilterra, consolidando il suo filone di “Pulcinella”.
Nel 1988 si trasferisce a Roma, dove collabora con la Zecca dello Stato e le Istituzioni parlamentari.
Nel 1989, viene invitato dal comitato per le celebrazioni del Bicentenario della Rivoluzione Francese per una mostra al Parlamento Europeo a Strasburgo e poi a Roma, con il patrocinio dell’Ambasciata di Francia. Si susseguono varie personali a Napoli, Parma e a Parigi, qui si trasferisce per diversi anni esponendo alla Galleria Furstenberg e partecipando alla Saga Fiac.

Alterna viaggi tra l’Italia e il Belgio, esponendo nella Galleria St. Jacques e Liehrmann e presentando alla Fiera Lineart, a Gand, il prezioso volume “Le Petit Chaperon Rouge”.

Nel 1997, realizza un portfolio per la Fondazione mondiale per la ricerca sull’AIDS del Prof. Luc Montagnier, sotto l’egida dell’UNESCO.

Nel 1998 crea la scultura ufficiale dell’undicesimo Congresso Mondiale dell’Associazione Internazionale di “Relazioni Industriali”, tenutasi a Bologna. Ad aprile dello stesso anno, dona un bassorilievo al Santo Padre Giovanni Paolo II, intitolato “Anno 2000”, e nel marzo 1999 il volume “Vangeli”, realizzato in occasione del Giubileo. Il 2000 lo vede protagonista del nuovo ciclo di opere dal titolo “Terres de lune, terres de fable” e, nel Monastero di San Giovanni a Parma, inizia il ciclo di mostre “Vangeli nei Monasteri d’Europa”.

Nel 2001, propone in anteprima la collezione di sculture gioiello “La Luna e lo Zodiaco” e il ciclo “Pinocchio e la Luna”, poi esposto seguendo un itinerario internazionale.

S.A.S. Albert II di Monaco – Roquebrune Cap Martin, Art-Bre 2017.

A giugno 2002, presenta a Roma il volume illustrato “Le Avventure di Pinocchio – Storia di un burattino” al Ministero per i Beni e le Attività Culturali nella Sala Alessandrina al Palazzo della Sapienza.

Inaugura poco dopo la mostra “Pinocchio et la lune” presso il Comune di Parigi, poi al Parlamento Europeo di Bruxelles, con presentazione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Nel luglio del 2003, inaugura una personale alla Pontificia Università Lateranense dal titolo “Immagini Sacre”, in occasione del Simposio Europeo “Università e scuola in Europa”. In concomitanza con tale evento, nella ricorrenza del 25° anno di pontificato, viene ricevuto a Castelgandolfo da Sua Santità Giovanni Paolo II.

Nel 2005, in occasione del 60° Anniversario del Patronato INCA CGIL, realizza in esclusiva alcune opere ed elabora lo studio del logo per l’occasione. Con la benedizione di Sua Santità Papa Benedetto XVI, colloca la scultura “Christus Patiens” presso la Chiesa dello Spirito Santo dei Napoletani a Roma, e inaugura la mostra ad essa dedicata.

Michele Ainis, Costituzionalista e Scrittore.

Nel 2007, l’artista inaugura a Roma la sua mostra personale “C’era una volta…”, con oltre 150 opere tra sculture, tele e disegni, presso il Complesso Monumentale di S. Michele a Ripa, sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio del Senato, Camera, Ministero Beni Culturale, Ministero Pubblica Istruzione e gli enti locali. La stessa mostra poi viene ospitata anche a Palazzo Doria Pamphilj a Valmontone, a Palazzo Reale di Napoli, a Liegi alla Galleria Lihermann, a Pescara nelle sale dell’Ex Aurum e a Londra alla Galleria Pall Mall.
A Roma, nel 2010, inaugura, presso i Mercati di Traiano, la mostra “Oltre il Nido”. Nel 2011, è presente alla 54a Biennale d’Arte di Venezia (Corderia dell’Arsenale, Tesa delle Vergini) con una monumentale installazione. Nell’ottobre dello stesso anno, su invito dell’Ambasciatore d’Italia, Antonio Morabito, presenta, sull’esplanade del Grimaldi Forum di Monaco, l’installazione dal titolo “Oltre il Mare”, inaugurata da S.A.R. Caroline de Hannover. In seguito, il Maestro espone alla Galerie l’Alge d’Airain a Monaco.
Nel 2012, presenta “Il Grande nido” a Milano, ospite di Palazzo Lombardia, in occasione della visita di Papa Benedetto XVI, con la presentazione del professor Luois Godart. Successivamente la mostra “Oltre il Nido – Oltre il Mare” viene ospitata presso il Polo Museale Santo Spirito di Lanciano (PE) e poi presso la Sala dei Templari a Molfetta.
Nel 2013, inaugura la mostra “Pinocchio” alla Chance Art Gallery a Roma ed espone i suoi “Libri d’acqua” alla 55ma Biennale d’Arte di Venezia, presso il Monastero San Nicolò al Lido.
Nel 2015, è presente all’ Expo di Milano – Padiglione Eataly, su invito di Vittorio Sgarbi; a maggio dello stesso anno, presso l’ICI di Londra, presenta il nuovo volume doppio a tiratura limitata “The Adventures of Pinocchio” sotto il patrocinio della Fondazione Nazionale Carlo Collodi e insieme alle Editions Redberry Art London; la mostra di questo libro d’artista in seguito si sposta a Milano, nei Chiostri dell’Umanitaria, poi a settembre 2015 alla Ca’ Foscari di Venezia. A ottobre dello stesso anno, presenta la mostra “Oltre… i confini dell’onda” a Castel dell’Ovo a Napoli.
Dal 2016 è presente in vari alberghi di lusso con i suoi “Percorsi emozionali” con tele e sculture ambientate nei giardini o nelle suites, nell’ambito del progetto “Art meets Hospitality” (Four Seasons Hotel a Firenze, Hotel Il Principe di Savoia a Milano, Palazzo Petrucci a Napoli, Il San Lorenzo a Roma, San Montano Resort a Ischia, Masardona a Roma).
Durante i galà della NIAF a Washington vengono battuti all’asta la sua “Valigia di Pinocchio”, nel 2017, e il suo nuovo “Libro d’Artista di Pulcinella”, nel 2018.
Nel 2019, presenta la personale “Fairy Tales” nelle sale degli Appartamenti Reali della Reggia di Monza (MI).
Nel 2020 espone a Pietrasanta (LU) la mostra “Il Sogno. Eterno Presente”, presso la sala del San Leone. In occasione del settecentenario della scomparsa del Sommo Poeta, nel 2021, realizza il nuovo Libro d’artista “Divina Commedia di Dante Alighieri” con ben 65 illustrazioni a colori.

ANTONIO NOCERA

Biografia

Sua Santità Papa Francesco e Pierfrancesco Bernacchi della Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

Antonio Nocera nasce a Caivano (NA) nel 1949, studia presso l’Istituto d’Arte e l’Accademia di Belle Arti di Napoli, frequentando i corsi di pittura, scenografia e

scultura, lavorazione del cuoio, della ceramica e di tutte le tecniche di stampa.

Nel 1970, trasferitosi a Milano, espone presso la Galleria la Ripa.

Nel 1975, è a Parma per un’importante mostra sulla tematica della Resistenza, presso le Scuderie della Pilotta, poi trasferita a Modena presso i Musei Civici.

Nel 1978, realizza il manifesto ufficiale per il Museo della Prima Repubblica Partigiana di Montefiorino (MO). Presenta in seguito diverse mostre in Francia, Svizzera,

Canada e Inghilterra, consolidando il suo filone di “Pulcinella”.

Nel 1988 si trasferisce a Roma, dove collabora con la Zecca dello Stato e le Istituzioni parlamentari.

Nel 1989, viene invitato dal comitato per le celebrazioni del Bicentenario della Rivoluzione Francese per una mostra al Parlamento Europeo a Strasburgo e poi a Roma, con il patrocinio dell’Ambasciata di Francia. Si susseguono varie personali a Napoli, Parma e a Parigi, qui si trasferisce per diversi anni esponendo alla Galleria Furstenberg e partecipando alla Saga Fiac.

Alterna viaggi tra l’Italia e il Belgio, esponendo nella Galleria St. Jacques e Liehrmann e presentando alla Fiera Lineart, a Gand, il prezioso volume “Le Petit Chaperon Rouge”.

Nel 1997, realizza un portfolio per la Fondazione mondiale per la ricerca sull’AIDS del Prof. Luc Montagnier, sotto l’egida dell’UNESCO.

Nel 1998 crea la scultura ufficiale dell’undicesimo Congresso Mondiale dell’Associazione Internazionale di “Relazioni Industriali”, tenutasi a Bologna. Ad aprile dello stesso anno, dona un bassorilievo al Santo Padre Giovanni Paolo II, intitolato “Anno 2000”, e nel marzo 1999 il volume “Vangeli”, realizzato in occasione del Giubileo. Il 2000 lo vede protagonista del nuovo ciclo di opere dal titolo “Terres de lune, terres de fable” e, nel Monastero di San Giovanni a Parma, inizia il ciclo di mostre “Vangeli nei Monasteri d’Europa”.

Nel 2001, propone in anteprima la collezione di sculture gioiello “La Luna e lo Zodiaco” e il ciclo “Pinocchio e la Luna”, poi esposto seguendo un itinerario internazionale.

S.A.S. Albert II di Monaco – Roquebrune Cap Martin, Art-Bre 2017.

A giugno 2002, presenta a Roma il volume illustrato “Le Avventure di Pinocchio – Storia di un burattino” al Ministero per i Beni e le Attività Culturali nella Sala Alessandrina al Palazzo della Sapienza.

Inaugura poco dopo la mostra “Pinocchio et la lune” presso il Comune di Parigi, poi al Parlamento Europeo di Bruxelles, con presentazione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Nel luglio del 2003, inaugura una personale alla Pontificia Università Lateranense dal titolo “Immagini Sacre”, in occasione del Simposio Europeo “Università e scuola in Europa”. In concomitanza con tale evento, nella ricorrenza del 25° anno di pontificato, viene ricevuto a Castelgandolfo da Sua Santità Giovanni Paolo II.

Nel 2005, in occasione del 60° Anniversario del Patronato INCA CGIL, realizza in esclusiva alcune opere ed elabora lo studio del logo per l’occasione. Con la benedizione di Sua Santità Papa Benedetto XVI, colloca la scultura “Christus Patiens” presso la Chiesa dello Spirito Santo dei Napoletani a Roma, e inaugura la mostra ad essa dedicata.

Michele Ainis, Costituzionalista e Scrittore.

Nel 2007, l’artista inaugura a Roma la sua mostra personale “C’era una volta…”, con oltre 150 opere tra sculture, tele e disegni, presso il Complesso Monumentale di S. Michele a Ripa, sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio del Senato, Camera, Ministero Beni Culturale, Ministero Pubblica Istruzione e gli enti locali. La stessa mostra poi viene ospitata anche a Palazzo Doria Pamphilj a Valmontone, a Palazzo Reale di Napoli, a Liegi alla Galleria Lihermann, a Pescara nelle sale dell’Ex Aurum e a Londra alla Galleria Pall Mall.
A Roma, nel 2010, inaugura, presso i Mercati di Traiano, la mostra “Oltre il Nido”. Nel 2011, è presente alla 54a Biennale d’Arte di Venezia (Corderia dell’Arsenale, Tesa delle Vergini) con una monumentale installazione. Nell’ottobre dello stesso anno, su invito dell’Ambasciatore d’Italia, Antonio Morabito, presenta, sull’esplanade del Grimaldi Forum di Monaco, l’installazione dal titolo “Oltre il Mare”, inaugurata da S.A.R. Caroline de Hannover. In seguito, il Maestro espone alla Galerie l’Alge d’Airain a Monaco.
Nel 2012, presenta “Il Grande nido” a Milano, ospite di Palazzo Lombardia, in occasione della visita di Papa Benedetto XVI, con la presentazione del professor Luois Godart. Successivamente la mostra “Oltre il Nido – Oltre il Mare” viene ospitata presso il Polo Museale Santo Spirito di Lanciano (PE) e poi presso la Sala dei Templari a Molfetta.
Nel 2013, inaugura la mostra “Pinocchio” alla Chance Art Gallery a Roma ed espone i suoi “Libri d’acqua” alla 55ma Biennale d’Arte di Venezia, presso il Monastero San Nicolò al Lido.
Nel 2015, è presente all’ Expo di Milano – Padiglione Eataly, su invito di Vittorio Sgarbi; a maggio dello stesso anno, presso l’ICI di Londra, presenta il nuovo volume doppio a tiratura limitata “The Adventures of Pinocchio” sotto il patrocinio della Fondazione Nazionale Carlo Collodi e insieme alle Editions Redberry Art London; la mostra di questo libro d’artista in seguito si sposta a Milano, nei Chiostri dell’Umanitaria, poi a settembre 2015 alla Ca’ Foscari di Venezia. A ottobre dello stesso anno, presenta la mostra “Oltre… i confini dell’onda” a Castel dell’Ovo a Napoli.
Dal 2016 è presente in vari alberghi di lusso con i suoi “Percorsi emozionali” con tele e sculture ambientate nei giardini o nelle suites, nell’ambito del progetto “Art meets Hospitality” (Four Seasons Hotel a Firenze, Hotel Il Principe di Savoia a Milano, Palazzo Petrucci a Napoli, Il San Lorenzo a Roma, San Montano Resort a Ischia, Masardona a Roma).
Durante i galà della NIAF a Washington vengono battuti all’asta la sua “Valigia di Pinocchio”, nel 2017, e il suo nuovo “Libro d’Artista di Pulcinella”, nel 2018.
Nel 2019, presenta la personale “Fairy Tales” nelle sale degli Appartamenti Reali della Reggia di Monza (MI).
Nel 2020 espone a Pietrasanta (LU) la mostra “Il Sogno. Eterno Presente”, presso la sala del San Leone. In occasione del settecentenario della scomparsa del Sommo Poeta, nel 2021, realizza il nuovo Libro d’artista “Divina Commedia di Dante Alighieri” con ben 65 illustrazioni a colori.

IN OMAGGIO PER I PRIMI SOTTOSCRITTORI LE 500 LIRE DI DANTE ALIGHIERI

Insieme all’acquisto dei libri d’artista di Antonio Nocera avrai in regalo l’originale moneta da 500 lire di Dante Alighieri in argento nella versione Prova del 1965. 30 mm – Ag 925 – 11 g. ca. – 299 esemplari

Testa di Dante Alighieri a sinistra, con cuffia e benda ornata di alloro. Attorno: REPVBBLICA ITALIANA. A destra, lungo il bordo: INC.G.MONASSI In Basso: SCVLT.G.VERGINELLI

Le fiamme(allegoria dell’Inferno) sovrastate da nubi(allegoria del Purgatorio) e da raggi solari intercalati da dieci piccole stelle(allegoria del Paradiso).

Richiedi Informazioni sui Libri d'Artista